Prestito per lavoratori autonomi per l’acquisto della casa

Credit Express Febbraio 2018 468x60

Il prestito per lavoratori autonomi non è facile da ottenere, ecco quali sono le possibilità per acquistare una casa

I lavoratori autonomi o i liberi professionisti (ovvero soggetti privi di busta paga) che desiderano ottenere un finanziamento per l’acquisto di un immobile, non potendo presentare all’ente erogatore le medesime garanzie di un dipendente pubblico, dovranno optare per un prestito personale ad hoc.

Bisogna partire dal presupposto che un lavoratore autonomo non può contare su un reddito fisso e che il suo guadagno è variabile: un mese può incassare 100 e il successivo 1. Proprio per questo motivo in fase di richiesta del finanziamento è necessario presentare la dichiarazione dei redditi, affinché si faccia chiarezza sulla sua retribuzione annuale. Qualora venga accettata la domanda di prestito, il lavoratore autonomo potrà optare per un piano di ammortamento caratterizzato da rate mensili, trimestrali o semestrali. Nella maggior parte dei casi queste ultime si rivelano le più idonee per un lavoratore che non ha un reddito fisso, in quanto avrà il tempo di cumulare la liquidità necessaria per onorare il proprio debito.

Prestito per lavoratori autonomiVa detto che per il prestito per lavoratori autonomi prevede un tasso di interesse maggiore rispetto a quello riservato ai dipendenti pubblici e privati. In compenso, tuttavia, essi devono presentare un numero inferiore di garanzie all’istituto di credito.

Il piano di ammortamento del mutuo riservato ai lavoratori autonomi ha una durata compresa tra i 10 e i 30 anni; tuttavia talora è possibile prolungarlo di ulteriori 10 anni, anche se, in questo caso gli interessi da pagare alla Banca saranno maggiori.

Prestito per lavoratori autonomi: l’assicurazione sul mutuo

Il lavoratore autonomo che intende accendere un mutuo per l’acquisto della casa può anche decidere di stipulare una polizza sul mutuo che garantisca il suo pagamento in caso di difficoltà economiche. D’altra parte la sottoscrizione di una polizza sul prestito, essendo una importante garanzia per l’istituto di credito, può anche rappresentare un punto a favore del richiedente che, in questo modo, avrà più possibilità di ottenere il prestito per lavoratori autonomi. Ricordiamo a tal proposito che l’aspirante mutuatario è libero di stipulare la polizza con l’agenzia assicurativa che preferisce, non esistendo alcun tipo di vincolo con la compagnia convenzionata con l’ente erogatore.

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *