Dipendenti privati

  • Cessione del quinto: di cosa si tratta?

    Cessione del Quinto, tutto quello che c’è da sapere su questa popolare linea di credito La cessione del quinto è una particolare tipologia di finanziamento personale al consumo, che viene rimborsato attraverso comode rate mensili. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta. La cessione del quinto è un prestito non finalizzato: ovvero non prevede che il richiedente specifichi la spesa che intende effettuare con la cifra ricevuta dall’ente erogatore. Oggi come oggi questo finanziamento rappresenta una delle linee di credito più gettonate nel settore dei prestiti personali. Come ottenere la cessione del quinto dello stipendio Per ottenere la cessione del […]

  • Prestito personale: cos’è e quando viene rifiutato

    Cos’è il prestito personale, come ottenerlo e quando viene rifiutato Per prestito personale si intende un finanziamento non finalizzato erogato da una Banca o da una società finanziaria. Esso può essere rifiutato qualora la capacità di rimborso del richiedente venga valutata insufficiente o nel caso in cui il mutuatario abbia già altri finanziamenti in corso. Il prestito personale è una tipologia di credito a consumo erogato da una banca o da un altro istituto di credito che non ha una finalità specifica, ovvero non è connesso all’acquisto di un determinato bene o servizio. Esso presenta un tasso di interesse fisso […]

  • Prestito con delega: di cosa si tratta?

    Il prestito con delega è un prestito il cui piano di ammortamento prevede che la rata di rimborso venga trattenuta in busta paga. Il prestito con delega, anche denominato prestito con delega di pagamento, è riservato ai lavoratori dipendenti (sia pubblici che privati), anche se sono segnalati nella lista dei cattivi pagatori. Si tratta di un finanziamento personale non finalizzato il cui piano di ammortamento prevede che la rata di rimborso venga direttamente trattenuta dalla busta paga. Similmente al prestito con cessione del quinto, il prestito con delega prevede che la rata di rimborso venga prelevata direttamente dallo stipendio. Tuttavia, a […]

  • Arriva il Tfr in busta paga: chi può ottenerlo e gli svantaggi

    E’ ora possibile richiedere il Tfr in busta paga, come integrazione dello stipendio mensile La manovra finanziaria 2015 (L.23/12/14, n. 190) all’art. 1 c. 26-34, prevede che il lavoratore subordinato del settore privato possa richiedere al proprio principale la liquidazione della quota maturanda del Tfr (Trattamento di fine rapporto), sotto forma di integrazione della busta paga mensile, ottenendo, di fatto il Tfr in busta paga, e quindi uno stipendio più elevato. Vediamo di seguito quali sono le modalità per ottenere questa anticipazione. In via preliminare diremo che il Tfr, denominato anche buona uscita o liquidazione, è la somma di denaro […]