Prestiti pluriennali Inpdap: di cosa si tratta?

I prestiti pluriennali Inpdap sono finanziamenti a tasso agevolato che vengono richiesti per far fronte a documentate necessità familiari

I prestiti pluriennali Inpdap sono una particolare tipologia di finanziamento erogato dall’ente di previdenza sociale o dagli istituti di credito con esso convenzionati, cui possono accedere esclusivamente i dipendenti e i pensionati pubblici. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e quali sono i requisiti necessari per accedervi.

Prestiti pluriennali InpdapI prestiti pluriennali Inpdap sono dei finanziamenti personali a tasso agevolato che vengono richiesti dall’aspirante prestatario allo scopo di far fronte a documentate necessità familiari, precisando in che modo verrà utilizzato il capitale erogato (le finalità del finanziamento devono necessariamente rientrare nella casistica prevista dal Regolamento). Il piano di ammortamento può avere una durata variabile: dai 5 ai 10 anni. Nel primo caso sono previste 60 rate, nel secondo 120. La restituzione del debito avviene con trattenute dirette sulla busta paga o sulla pensione (ovvero si ha la cosiddetta cessione del quinto), ma, in qualsiasi momento, il beneficiario del prestito può richiederne l’estinzione anticipata. Va detto, d’altra parte, che non esiste un importo massimo erogabile valido per tutti, ma viene calcolato per ciascun prestatario in base alle caratteristiche del reddito, alla busta paga percepita o al cedolino della pensione.

Requisiti per accedere ai prestiti pluriennali Inpdap

Per accedere a questa linea di credito è necessario:

1 – essere dipendenti o ex dipendenti pubblici

2 – essere iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie sociali

3 – essere residenti in Italia

4 – essere maggiorenni e non aver superato il settantesimo anno di età

5- avere versato almeno per 4 anni i contributi all’ente previdenziale

Ricordiamo, infine, che anche i dipendenti assunti con contratto a tempo determinato possono inoltrare domanda per i prestiti pluriennali Inpdap, purché la durata del contratto lavorativo abbia una durata minima di 3 anni e purché il capitale erogato venga restituito entro il periodo mancante alla scadenza del contratto.

Prestiti diretti e prestiti garantiti

I prestiti pluriennali Inpdap si distinguono in due principali categorie: i prestiti diretti e quelli garantiti. La differenza consiste nel fatto che, mentre i primi vengono erogati direttamente dall’ente previdenziale, i secondi sono concessi da un istituto creditizio convenzionato con l’Inpdap.

Posted in:

Un commento

  1. ho richiesto un finanziamento con 5 della pensione alla banca san paolo dopo due anni hanno ceduto il mio finanziamento alla accedo e mi sono accorta che il tasso tan fisso e del 9,560 dal momento che la finanziaria e convenzionata con l inpadap il tasso e molto alto cosa mi consigliate

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *