Prestiti personali: caratteristiche e consigli utili

Se avete dei dubbi sui prestiti personali, ecco qualche informazione in più e qualche consiglio mirato

prestiti personali sono tra i finanziamenti più richiesti nel nostro Paese. Di seguito proveremo a descriverne le principali caratteristiche e a fornire alcuni consigli utili a tutti coloro che sono interessati a essi.

In via preliminare è bene specificare che i prestiti personali, che rientrano nella categoria dei cosiddetti prodotti di “credito al consumo” sono quei finanziamenti che non necessitano che il richiedente ne specifichi la finalità. Il debito contratto presso la banca o presso una qualsiasi altra società creditizia verrà successivamente restituito in comode rate mensili dal prestatario a un tasso di interesse generalmente fisso. L’importo previsto per questo tipo di finanziamento è assai variabile e può essere compreso tra i 1.000 e i 200.000 euro.

Prestiti personali: quando la richiesta viene negata

prestiti personaliQualora abbiate fatto richiesta di un prestito personale e la società creditizia ve lo abbia negato, è opportuno non inoltrare ulteriori richieste per i futuri 30-40 giorni ad altri enti. Quando gli istituiti di credito, infatti, visualizzano richieste negate, tendono generalmente a emulare il rifiuto. A tal proposito ricordiamo che la richiesta di finanziamento respinta viene automaticamente cancellata nel giro di un mese dalla banca dati dell’istituto di credito.

Prestiti personali: Quando richiedere la liberatoria

Per liberatoria si intende quel documento che certifica che la domanda di prestito non è più in modalità richiesta, ma che è stata ritirata o respinta. È bene entrarne in possesso nei seguenti casi:

1 – quando siete voi stessi, malgrado l’esito positivo dell’ente erogatore, a non avere più interesse a ottenere quel determinato finanziamento e, pertanto, decidete di ritirare la domanda;

2 – quando, prima ancora di conoscere il responso dell’ente erogatore, decidete di ritirare la domanda.

Prestiti personali: la figura del garante

Il garante di un prestito personale è il soggetto che si assume la responsabilità di pagare le rate del debito, qualora il contraente non sia più in grado di farlo. Questa figura può servire sia nel caso in cui l’importo del finanziamento è superiore ai 15.000 euro, sia quando il profilo del richiedente risulta debole. Si consiglia sempre di scegliere in maniera molto oculata il soggetto che fungerà da garante, ovvero assicurarsi che non sia un cattivo pagatore, che non abbia più linee di credito aperte e che percepisca un discreto reddito mensile

Posted in:

8 commenti

    • Distinta Societa bancaria avrei bisogno di un prestito bancario per ristruttare un appartamento Grazie Distinti saluti Anna Pignolo

  1. Buongiorno. Avrei bisogno di 5000€ per l’acquisto di una macchina. Lavoro come badante ma non sono in regola e quindi non ho busta paga. È possibile fare qualcosa in merito?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *