Prestiti per pensionati ex ENPALS: la cessione del quinto

Credit Express Febbraio 2018 468x60

Tra i possibili prestiti per pensionati, c’è la cessione del quinto

I pensionati che appartenevano all’ENPALS (Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo), oggi confluito nell’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale), hanno diritto – come gli altri pensionati INPS ex dipendenti pubblici e privati – a varie forme di credito, fra le quali la cessione del quinto.

La cessione del quinto della pensione è uno dei prestiti per pensionati a tasso fisso con rata costante, e che si estingue mediante la cessione diretta di una quota della pensione, che non può superare la soglia di 1/5 della pensione netta, ovvero il 20 per cento di essa. Il sistema è semplice: una volta accordato il prestito da parte della banca o della società finanziaria, è l’INPS stesso a versare la quota stabilita per estinguere il debito, trattenendola direttamente dalla pensione.

Prestiti per pensionati: le condizioni

Prestiti per pensionatiLa cessione del quinto della pensione, non può superare i dieci anni e necessita di copertura assicurativa, per far fronte al rischio di premorienza del titolare della prestazione. In questo modo, in caso di suo decesso prima della fine del saldo del debito, la somma dovuta potrà infatti essere ugualmente recuperata. La cessione del quinto non vale per le seguenti tipologie di pensione: pensioni e assegni sociali; invalidità civili; assegni mensili per l’assistenza ai pensionati per inabilità; assegni di sostegno al reddito (VOCRED, VOCOOP, VOESO); assegni al nucleo familiare; pensioni con contitolarità per la quota parte non di pertinenza del soggetto richiedente la cessione; prestazioni di esodo ex art. 4, commi da 1 a 7–ter, della Legge n. 92/2012.

Per poter richiedere la cessione del quinto, il pensionato ex ENPALS deve procurarsi personalmente la comunicazione di cedibilità della pensione – che indica il massimo importo per la rata mensile del prestito – presso una delle sedi INPS, e presentarla alla banca o società finanziaria scelta per la domanda. Se si tratta di un ente convenzionato con l’Istituto, il documento sarà trasferito automaticamente per via telematica, e si potrebbe usufruire anche di tassi più vantaggiosi. In questo caso, per la stipula del contratto, sarà sufficiente presentare alla banca/società finanziaria un documento di identità valido e il codice fiscale.

Posted in:

Un commento

  1. Salve, vorrei fare una domanda riguardo cessione del quinto, prendo mensilmente 500 euro di reversibilità di mio marito e vorrei chiedere un prestito di 10000 euro , pagando 100 euro mensili di rate , da chi dovrei rivolgere ? grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *