Prestiti per pensionati, tutte le possibilità

Prestiti per pensionati, ecco tutte le possibilità

Spesso i pensionati, per far fronte a necessità impreviste o semplicemente per poter fruire di determinati beni o servizi, richiedono un finanziamento ad hoc. Per gli ex dipendenti statali poi, esistono dei prestiti speciali erogati dall’Inpdap. Vediamoli nel dettaglio.

I prestiti per pensionati sono dei finanziamenti riservati a tutti coloro che percepiscono la pensione. In effetti, essendosi significativamente allungata la vita media, la richiesta di liquidità da parte dei pensionati si è intensificata, spingendo gli enti previdenziali a trovare specifici accordi con gli istituti di credito, al fine di soddisfare le esigenze degli aspiranti prestatari.

Prestiti per pensionati: cessione del quinto della pensione

Prestiti per pensionatiTra le tipologie di prestiti per pensionati più richieste c’è senz’altro la cosiddetta cessione del quinto, il cui piano di ammortamento, che dura per un periodo massimo di 10 anni, prevede che vi sia una trattenuta automatica sul cedolino della pensione. La trattenuta mensile, ovviamente, dipende dall’importo della pensione stessa: la rata, in altri termini, non deve superare il 20% della pensione netta, in modo tale da non compromettere la qualità della vita di chi accede alla linea di credito. Questa formula di prestito personale risulta essere molto sicura e conveniente sia per l’ente erogatore che per il beneficiario del finanziamento.

Prestiti per pensionati: i prestiti Inpdap, i finanziamenti riservati agli ex dipendenti statali

Oltre ai finanziamenti tradizionali, sono stati pensati, per coloro che hanno prestato servizio nel settore pubblico, attualmente in pensione, i prestiti Inpdap (Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica). Questi ultimi sono caratterizzati da condizioni piuttosto vantaggiose per i richiedenti (come, ad esempio, i tassi di interesse agevolati) e si dividono in tre principali categorie: i piccoli prestiti, i prestiti diretti e quelli garantiti.

Esiste un’età massima per richiedere un prestito?

In realtà non esiste un’età massima per richiedere un prestito, ma essa è a discrezione della società creditizia che concede il finanziamento. Generalmente il limite di età è fissato a 75 anni, ma talora essa può slittare fino a 80 o addirittura a 90 anni. Tuttavia i prestiti riservati agli ex dipendenti pubblici, ovvero quelli erogati dall’Inpdap, possono richiederli soltanto coloro che non hanno superato il settantesimo anno di età.

Posted in:

3 commenti

  1. SALVE IO AVREI BISOGNO DI UN PICCOLO PRESTITO DI 1500 EURO DA RENDERE IN 12 MESI . PERCEPISCO UNA PICCOLA PENSIONE NON HO UNA BUSTA PAGA NE CHI MI POSSA FARE DA GARANTE . COME POSSO FARE ,NON HO MAI AVUTO PROBLEMI CON LE FINANZIARIE CHE HO AVUTO, POTETE FARMI SAPERE TRAMITE E-MAIL ??? VI RINGRAZIO . FARCI MARCELLA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *