Prestiti per pensionati Enasarco: la cessione del quinto

Credit Express Febbraio 2018 468x60

Anche gli agenti e i rappresentati di commercio che sono in pensione possono richiedere la cessione del quinto

Rappresentanti e Agenti di Commercio che non lavorano più possono usufruire dei prestiti per pensionati Enasarco. Quest’ultimo è l’ente nazionale di assistenza che svolge un servizio previdenziale e di assistenza per questo tipo di lavoratori.
Ne possono beneficiare tutti i pensionati che ricevono una pensione mensile di almeno 600 €. Con la cessione del quinto, la rata mensile di rimborso non supera mai un quinto della pensione. Possono essere richieste somme che partono da un minimo di 3.000 € ad un massimo di 50.000 € e che vanno restituiti in un periodo tra 24 a 120 mesi.

Vantaggi per i prestiti per pensionati Enasarco

Prestiti per pensionati EnasarcoTra le varie tipologie di prestiti per pensionati Enasarco, quello più utilizzato è la cessione del quinto. Grazie ad esso anche cattivi pagatori, protestati o coloro che hanno subito un pignoramento, possono richiedere questo prestito. La cessione del quinto risulta così fruibile non solo da chi ha avuto problemi di pagamento in precedenza, ma anche da chi ha all’attivo altri prestiti.
I soldi della rata mensile vengono trattenuti direttamente dall’ente previdenziale, senza doversi preoccupare di attuare il versamento della rata. Il rimborso del finanziamento va attuato e terminato entro il compimento del novantesimo anno di età del richiedente. Nel momento in cui si sottoscrive il contratto, bisogna comunque stipulare a un’assicurazione per l’eventualità di decesso.

E per chi non è un pensionato Enasarco?

Oltre ai prestiti per pensionati Enasarco, ci sono altre forme di cessione del quinto, ad esempio per coloro che sono pensionati INPS. Ne possono usufruire tutti i pensionati che sono stati dipendenti pubblici e privati e che sono iscritti all’INPDAP.
Per questo tipo di pensionati è possibile richiedere un prestito fino a 60.000 € che sarà rimborsato sempre con la cessione del quinto, i soldi verranno direttamente trattenuti dalla pensione. Basta presentare un documento d’identità valido e il cedolino della pensione per poterne beneficiare. È necessario poi richiedere all’ente previdenziale di attuare la cedibilità della pensione.
Si consiglia comunque di farsi sempre rilasciare un preventivo che si basi sulla condizione del reddito. Ci sono vari enti creditizi che offrono preventivi gratuiti sia on-line che in loco.

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *