Piccolo prestito Ipost per i dipendenti di Poste Italiane

Credit Express Febbraio 2018 468x60

Tassi agevolati per coloro che lavorano per le Poste italiane grazie al piccolo prestito Gestione Fondi Gruppo Poste Italiane.

Oggi il piccolo prestito Ipost per i dipendenti delle poste italiane viene gestito dall’INPS. Dopo l’abolizione dell’INPDAP, infatti tutte le sue mansioni sono passate sotto la competenza dell’INPS, così come appunto il piccolo prestito Gestione Fondi Gruppo Poste Italiane.
Questo è un finanziamento a tassi agevolati, che può essere erogato solo ai dipendenti delle Poste Italiane Spa che abbiano svolto almeno due anni di servizio. Grazie al Fondo credito dell’Inps, che viene sostenuto grazie ad una parte delle retribuzioni dei dipendenti pubblici in servizio, è possibile ottenere un prestito agevolato.

Caratteristiche del piccolo prestito Ipost

piccolo prestito ipostCon il piccolo prestito Ipost si può ottenere una somma di denaro che varia in base alla durata del rimborso: ogni anno di rimborso si può ottenere un importo che è pari a due mensilità medie nette percepite. Il rimborso avviene tramite la cessione del quinto nell’arco di 1, 2, 3, o 4 anni.
Ma vediamo meglio quanti soldi si possono chiedere con il piccolo prestito Ipost. Se un dipendente di Poste Italiane percepisce una busta paga di 1200 €, potrà avere un finanziamento pari a 2400 € rimborsabili in un anno. Se invece vorrà usufruire di un finanziamento biennale, potrà richiedere un massimo di 4800 €. Nel caso in cui il richiedente abbia già all’attivo un altro prestito Gestione Fondi Gruppo Poste Italiane, l’erogazione si riduce ad una mensilità per ogni anno di rimborso.
Questo tipo di finanziamento viene accreditato direttamente sul conto corrente postale o bancario del richiedente, mentre il Taeg è pari al 5% ed è fisso per tutta la durata del contratto. Il rimborso del prestito poi viene attuato direttamente tramite l’INPS.

Come fare domanda per il piccolo prestito Ipost

Per ottenere il piccolo prestito Ipost, bisogna compilare il modulo Cred3 che si trova sul portare on-line dell’INPS. È necessario poi allegare la seguente documentazione:

  • copia ultima busta paga;
  • certificato dello stipendio che viene rilasciato da Poste italiane o dalla società collegata;
  • copia del documento di identità.

Il tutto poi dovrà essere spedito all’ufficio dell’INPS di Roma. Coloro che invece possiedono un codice Pin INPS possono sbrigare tutto online, collegandosi al portale dell’INPS e seguendo il percorso: “Servizi online – Ipost – Accedi ai servizi”.
Prima di attuare la richiesta, è possibile anche fare una simulazione di prestito sul portale dell’INPS. In questo modo si conoscerà in anticipo l’importo erogabile e la somma del rimborso delle rate mensili.

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *