Business Angels: chi sono e che cosa fanno

Credit Express Febbraio 2018 468x60

Si sente spesso parlare di Business Angels (letteralmente Angeli degli Affari) come alternativa ai tradizionali istituti di credito per ottenere finanziamenti per la propria attività.

Ma chi sono esattamente i Business Angels? E come si pongono nei confronti delle start up beneficiarie del proprio credito? Di seguito forniamo alcune utili informazioni per cercare di capire come funzionano i prestiti messi a disposizione dai cosiddetti Business Angels.

Mentre gli istituiti di credito tradizionali chiudono i propri rubinetti a imprese e famiglie, prendono forma tipologie di credito atipiche e innovative da parte di investitori privati, in grado di garantire una boccata di ossigeno sia al mercato finanziario che a quello lavorativo. Nel caso dei Business Angels ci riferiamo a persone fisiche che offrono linee di credito alle attività imprenditoriali esordienti, mettendo loro a disposizione anche il proprio know-how, ovvero la propria esperienza manageriale e gestionale nel mondo degli affari. Si tratta, pertanto, di un sostegno al soggetto sovvenzionato non solo di natura monetaria, ma anche conoscitiva.

Business angelsGli angeli degli affari, pertanto, possono essere considerati a buon diritto dei veri e propri soci della start up, il cui intento è quello di sostenere l’impresa e di favorirne il successo. Naturalmente i Business Angels devono credere fortemente nel progetto per decidere di finanziarlo e, pertanto, punteranno esclusivamente su quelle aziende che presentano un originale piano societario e su cui, evidentemente, vale la pena investire. Insomma per “conquistare” un Business Angel bisogna dimostrare di essere preparati, capaci e di saper coinvolgere ulteriori competenze nel proprio business plan.

Generalmente i Business Angels sono manager ancora in attività o in pensione che dispongono, oltreché di liquidità anche di un interessante pacchetto esperienziale. Il settore in cui preferiscono investire è l’ICT (information and communication technology), che si occupa dello sviluppo di app, di software, di e-commerce e di siti web in generale. Va detto, inoltre, che sono stati creati dei Business Angels Network (BAN), ovvero delle associazioni informali che mettono in contatto Angel investitor e imprenditori.

Il capitale erogato dai Business Angel italiani è di solito compreso tra i 10.000 e i 50.000 euro, ma altrove esistono anche i Super Angels che arrivano a mettere a disposizione capitali fino a 500.000 euro.

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *