Aumentano le domande di credito da parte degli italiani

Credit Express Febbraio 2018 468x60

Aumentano le domande di credito da parte degli italiani, sia per l’acquisto della casa, sia per altri consumi

Dall’ultima edizione del Barometro Crif (Centrale rischi investimenti finanziari), che risale allo scorso luglio, è emerso che dopo una lunga fase di stallo, aumentano le domande di credito da parte degli italiani per l’acquisto della casa e per altre tipologie di consumi.

La domanda di mutui

aumentano le domande di credito da parte degli italianiLa richiesta di mutui ha registrato livelli record: è infatti aumentata rispetto allo scorso anno del 63,2%. Altro dato interessante è che l’importo medio richiesto dagli italiani che intendono acquistare un immobile risulta essere piuttosto ridotto, attestandosi intorno ai 122.319 Euro. Il ridimensionamento dell’entità dell’importo, probabilmente, è dovuto, da una parte al calo dei costi del mercato immobiliare e, dall’altra, a un atteggiamento più prudente e avveduto da parte dei richiedenti. Inoltre va evidenziato che il periodo di restituzione del mutuo si è allungato in maniera significativa, nel tentativo di minimizzare il peso delle rate del piano di rimborso sul reddito mensile.
Ad ogni modo si tratta di un dato assolutamente positivo che sembra, in qualche modo, ricalcare le performance cui il mercato dei mutui era abituato nel periodo precedente alla recessione economica. Insomma gli italiani sono tornati a puntare sul mattone, evidenziando una rinnovata propensione a impegnarsi su un investimento importante.

La domanda dei prestiti

Allo stesso modo anche la richiesta di finanziamenti finalizzati all’acquisto di beni e servizi (elettrodomestici, autoveicoli, spese mediche, viaggi, ecc.) ha registrato una netta ripresa: rispetto al luglio dello scorso anno, infatti, sono aumentati di 22,7 punti percentuale. A tal proposito ricordiamo che la fascia di età più propensa a chiedere un prestito finalizzato è quella compresa tra i 45 e i 54 anni, mentre gli under 34, probabilmente a causa delle difficoltà in ambito lavorativo, sono quelli che meno frequentemente si rivolgono a un istituto di credito per ottenere un finanziamento.

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *